Cartomanzia al telefono con tariffe a basso costo

Cartomanzia telefonica a 50 centesimi al minuto con 899.90.90.26 a basso costo

Cartomanzia a  50 centesimi al minuto (anzi…meno!)

Ecco il numero da chiamare

  • Telefonando al 899.90.90.26, il costo sarà solo di € 0,41 se chiamerai da telefono fisso, mentre se chiamerai da cellulare il costo sarà di € 0,74 al minuto.

Preferisci pagare con carta di credito? ecco i numeri da contattare

  • 0423.70.52.06, solo €0,54 al minuto dalle ore 22:00 fino alle ore 01:00.
  •  0423.70.52.08, solo €0,72 minuto, ad ogni ora durante tutta la giornata.

I costi si intendono compresi di IVA.

Cartomanzia a basso costo, finzione o realtà?

Può esistere un servizio di cartomanzia telefonica che richieda una tariffa di 50 centesimi al minuto? Non è un prezzo veramente basso per questo tipo di servizio? La domanda appare più che legittima, specie se si considerano, in maniera generale, quali sono le spese di gestione di un’attività commerciale e quali possano essere i guadagni provenienti da una tariffazione di questo tipo.

Senza voler fare i conti in tasta a nessuno proviamo ad approfondire la questione, per capire se davvero è un servizio che conviene o se non ci sia qualcosa di anomalo, soprattutto dal punto di vista commerciale prima che di quello puramente professionale della cartomanzia.

I costi della cartomanzia

Se la tariffa di una cartomanzia telefonica è di 50 centesimi bisogna considerare diversi costi, che sommati fanno sorgere il dubbio sulle reali possibilità di guadagno di questi sistemi. Quando si effettua una chiamata ad uno di questi numeri il costo al minuto speso va direttamente all’operatore telefonico che è il responsabile dell’infrastruttura necessaria per effettuare le telefonate.

Solo una piccola percentuale di questo costo viene girato dalla compagnia telefonica all’azienda che ha ricevuto la telefonata. Questa percentuale va però poi divisa nella retribuzione dei cartomanti (la parte più consistente) e nei costi per il mantenimento di un’attività commerciale di alto livello. Alla fine rimane molto poco per poter pensare di mantenere in piedi una struttura che si prefissi di offrire un servizio serio e di qualità.

Cartomanzia da cellulare

Il discorso è leggermente diverso se si considera il servizio di cartomanzia da cellulare che si svolge chiamando un numero fisso o, in alternativa, pagando tramite sistemi di pagamento elettronici (carta di credito, di debito, eccetera). In questi casi non si paga la telefonata in sé (qui il costo della chiamata è in funzione all’abbonamento con il proprio gestore telefonico) e i margini per poter mantenere una struttura commerciali sono più ampi e più ragionevoli. In questo caso il servizio risulterebbe conveniente sia per chi chiama (spendendo poco) sia per chi gestisce il network di cartomanti e che avrebbe un guadagno tale da offrire un servizio serio e affidabile.

Cartomanzia professionale

Rimane il fatto che pagare 50 cent al minuto per una cartomanzia professionale è ai limiti (ma probabilmente anche oltre) delle possibilità che un’attività commerciale possa sostenere, pena l’interrompere anzitempo l’erogazione del servizio.

Pensare di poter offrire un servizio di cartomanzia professionale con una tariffa al minuto minore ai 50 centesimi è impensabile, in quanto è fuori dal mercato, è lontano da ogni logica commerciale. C’è inoltre da ricordare come i professionisti si paghino e per offrire un servizio qualitativamente alto è necessario che anche il prezzo sia sufficientemente coerente con quelli che sono i costi del mercato. Il principale protagonista è il cartomante, che deve giustamente essere retribuito per le sue prestazioni.

È quindi sempre bene interrogarsi quando ci si orienta nel vasto settore dei servizi di cartomanzia. Perché si paga poco? Non sarà che ad un costo ridotto corrisponde anche una minore qualità del servizio? E vale la pena acquistare qualcosa di poco valore, soprattutto se si parla, come in questo caso, di aspetti importanti della propria vita? Probabilmente no, ed è bene saperlo.

Theme by Anders Norén